In Liguria consentite le uscite in barca in più di due persone. Ma purché siano conviventi

Nuova ordinanza del governatore della Liguria, Giovanni Toti, che allenta alcune restrizioni nei confronti dei diportisti: può uscire in barca tutta la famiglia

In Liguria via libera alle gite in barca in più di due persone, a patto che tutti gli ospiti a bordo vivano nella stessa casa. E’ quanto prevede la nuova ordinanza regionale emessa dal governatore Giovanni Toti, che sostituisce e amplia la precedente ordinanza del 3 maggio.

USCITE IN BARCA

Tra le attività motorie autorizzate sono comprese, infatti, le uscite in barca, anche con più di due persone, purché residenti nella stessa abitazione. Le gite in barca sono però le uniche attività all’aperto per cui resta in vigore il limite orario dalle 6 alle 22.

Sono consentiti su tutto il territorio regionale – recita l’ordinanza – gli spostamenti, anche con i coresidenti, per qualsiasi necessità, con l’obbligo di rientro in giornata. E’ consentito lo spostamento dove sono i natanti o le unità da diporto di proprietà, anche con i coresidenti, per lo svolgimento di attività di manutenzione compresa l’uscita in barca“.

L’ordinanza disciplina anche le attività sportive, per cui decadono i vincoli di orario, tra cui le attività sportive acquatiche individuali come windsurf, attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca e vela in singolo. E’ vietato, però, utilizzare le strutture ad uso comune come spogliatoi, bagni, docce e bar, che devono restare chiuse.

PESCA SPORTIVA

Per chi pratica la pesca sportiva, l’ordinanza precisa che “è consentito svolgere sul territorio regionale, con i coresidenti e con l’obbligo di rientro alla sera, la pesca sportiva e ricreativa sia in acque interne che in mare o in spiaggia, a patto che sia svolta da persone abilitate all’esercizio della pesca sportiva e ricreativa in possesso di copia di comunicazione“.

FONTE: www.ligurianautica.com

AUTOCERTIFICAZIONE CORONAVIRUS

Autocertificazione Coronavirus, il modulo del ministero dell’Interno da scaricare | Le indicazioni per compilarlo

Il ministero dell’Interno ha predisposto un modulo che occorre per giustificare il movimento all’interno delle aree di sicurezza varate per il Coronavirus, per entrarvi e per uscirne: qui lo si può scaricare (vale per tutto il territorio nazionale; restano validi anche i moduli emessi nei giorni scorsi quando erano attive le zone di sicurezza in Lombardia e in 14 altre Province)

di Fiorenza Sarzanini

Scarica il pdf (tasto destro » salva con nome)

FONTE: corriere.it

In Gazzetta Ufficiale la legge che consente la guida senza patente per tutti i motori fuoribordo a 2 tempi fino a 40 hp

Un risultato importante per gli utenti della piccola nautica e delle società di locazione e noleggio di natanti

Confindustria Nautica - patente motori fuoribordo

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge 28 febbraio 2020, n.8(entrata in vigore il 1° marzo), che consente la conduzione senza patente di tutti i motori fuoribordo di potenza fino a 40 hp con cilindrata di 750 cc se a carburazione a due tempi e a 900 cc se a iniezione a due tempi.

La sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale prevede la “conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica”.

All’interno del Codice della Nautica, entrato in vigore il 13 febbraio 2018, all’art. 13, dopo il comma 5, è stato inserito il comma 5-quater, il quale dispone che: “(…) le parole ‘a 750 cc se a carburazione o iniezione a due tempi’ sono sostituite dalle seguenti: ‘a 750 cc se a carburazione a due tempi ovvero a 900 cc se a iniezione a due tempi’”.

Un risultato molto importante per gli utenti della piccola nautica e delle società di locazione e noleggio di natanti, che non solo rilancia il settore ma premia anche il lavoro svolto da Confindustria Nautica negli ultimi due anni e proseguito dopo l’approvazione del nuovo Codice della Nautica.

FONTE: WWW.LIGURIANAUTICA.COM

Ponte Morandi, a Genova avvenuta la demolizione delle pile 10 e 11

Fonte: ansa.it liguria

Con un sordo boato, alle 9:37 la dinamite e il plastico collocati su piloni e stralli delle pile 10 e 11 dell’ex viadotto Morandi hanno fatto collassare la struttura a Genova. A 11 mesi dalla tragedia che ha sconvolto Genova, nella zona est del cantiere lungo il Polcevera può definitivamente partire la ricostruzione.

Il ponte di Genova scompare in pochi secondi

Forte emozione da parte del sindaco Marco Bucci che con il governatore Giovanni Toti e i ministri dell’Interno Matteo Salvini, dello sviluppo economico Luigi Di Maio e della Difesa Elisabetta Trenta ha assistito all’implosione controllata.

GUARDA LE FOTOL’esplosione controllata di Ponte Morandi a Genova

 Le operazioni di ‘implosione controllata’, guidata dall’esperto esplosivista Danilo Coppe, sono avvenute nel rispetto dei modi e dei tempi annunciati. 

Una leggera brezza di mare ha soffiato nell’area di ponte Morandi ed ha spinto la enorme nuvola di polvere provocata dalla caduta delle pile verso i monti. In pochi minuti la nube si è dissolta dall’area del cantiere e si è dispersa verso le colline della valle Polcevera. Gli idranti continuano a buttare acqua sulle macerie.

“E’ andato tutto secondo programma. Ritardo dovuto alla segnalazione di una persona in un appartamento. Alle 9,37 il ponte e venuto giù”, ha detto il sindaco e commissario Marco Bucciringraziando “tutti quelli che hanno lavorato. Un grande lavoro che va riconosciuto”.

 “Sono totalmente fiducioso” sulla ricostruzione, ha detto il vicepremier Matteo Salvini dopo la demolizione delle pile.RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Festival Internazionale di Nervi 2019: biglietti, programma e come arrivare

Giorgia, Carmen Consoli, Alessandro Preziosi, Kusturica, Francesco De Gregori e tanti altri


Fonte: Mentelocale Genova

di Andrea Sessarego

Genova – Nervi, dopo il successo di Euroflora Genova 2018, si prepara a ospitare il Festival Internazionale di Nervi 2019, un evento lungo 20 giorni che unisce musicaballetto e spettacoliDal 2 al 20 luglioVilla Grimaldi Fassio e l’area circostante nei Parchi di Nervi (spazio di 8mila metri quadrati), si animano con concerti e spettacoli a due passi dal mare. Inoltre, i parchi le strade circostanti come viale delle Palme, si stanno rimettendo a nuovo per l’occasione.

L’elemento chiave del Festival Internazionale di Nervi è l’alternanza tra i balletti portati in scena da compagnie di alto profilo della danza classica, i raffinati incontri tra la musica pop e d’autore, le note dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, e le rappresentazioni di prosa che vedono protagonisti grandi artisti del mondo dello spettacolo.

posti a sedere per assistere a ciascuno spettacolo deò Festival Internazionale di Nervi sono 2400, equamente divisi tra platea e tribuna. Il prezzo dei biglietti comprende il costo del trasporto in treno nelle tratte che arrivano alla stazione di Nervi da Voltri e Pontedecimo. Ora il programma di concerti e spettacoli del Festival Internazionale di Nervi (cliccando sui link, potete acquistare direttamente i biglietti del Festival a Nervi):

La rassegna, nata e promossa dall’iniziativa del Rotary di Genova, si avvale del supporto organizzativo del Teatro Nazionale di Genova. La programmazione prosegue, poi, nel 2020 con la prima edizione del Festival Internazionale del Balletto.

Come arrivare ai Parchi di Nervi

Così come per Euroflora, è approntato un piano della mobilità per consentire, sia al pubblico locale che a quello in arrivo da fuori Genova, un agevole trasferimento al Festival Internazionale di Nervi 2019. La mobilità è garantita dai mezzi pubblici, non è infatti possibile raggiungere i Parchi di Nervi in auto, bensì tramite treni, autobus e taxi. Inoltre, FS predisporrà un treno speciale che, in concomitanza con gli spettacoli, trasporterà il pubblico direttamente ai Parchi di NerviCome arrivare:

  • Tramite treno: da Genova Brignole o Genova Piazza Principe, qui per gli orari.
  • Tramite autobus: da Genova prendere autobus n. 15 – 15/, 17 – 17/ e seguire indicazioni stazione FS Nervi o Parchi di Nervi, qui per gli orari.
  • Tramite autouscita autostrada Genova Nervi. Girare a sinistra sul cavalcavia direzione Nervi (Corso Europa). A 3 km. entrare in Nervi e seguire indicazioni direzione levante. Parcheggio Ferrovie dello Stato a pagamento presso la stazione ferroviaria di Nervi.

Approfondisci con: Maggiori informazioni sull’eventoe biglietti perFestival Internazionale di Nervi

Potrebbe interessarti anche:Sette anni di Giardini Luzzati: il programma tra concerti ed eventi, fino al 11 luglio 2019J-Ax + Articolo 31, 12 luglio 2019Giorgia, 2 luglio 2019Irama, 6 luglio 2019

Il Salone Nautico di Venezia chiude con 27mila presenze Sindaco Brugnaro, rilanciamo per prossimi due anni

(ANSA) – VENEZIA, 23 GIU – Registra un successo di pubblico il nuovo Salone Nautico di Venezia, che si chiude oggi all’Arsenale con un totale di 27mila presenze nei cinque giorni della kermesse. L”Arte navale torna a Casa’, come recitava il calim della manifestazione, sembra aver colto nel segno. E il sindaco Luigi Brugnaro rilancia per le prossime edizioni: “Venezia – afferma – è tornata regina dei mari nel senso culturale più aperto possibile. Abbiamo mostrato le nostre capacità nel design e nell’architettura della costruzione, recuperando anche le attività tradizionali. L’amministrazione ha già finanziato il Salone per altri due anni. Non vogliamo che sia un evento estemporaneo”. Non solo nautica, ma anche cultura nel Salone dell’Arsenale, che si è svolto in contemporanea con le esposizioni della Biennale Arte 2019, ed è stato arrichito da mostre ed eventi culturali declinati nei diversi aspetti della civiltà del mare. Durante il Salone si sono svolti 43 incontri nei quali operatori, designer e amministratori hanno discusso dei vari aspetti della navigazione, dall’ambiente alla sostenibilità, allo yacht design, accompagnati da 8 mostre sui temi della nautica, del mare e del trasporto. “L’obiettivo che ci siamo posti – aggiunge Brugnaro – è che diventi un appuntamento fisso, tanto che abbiamo già iniziato a raccogliere le iscrizioni per la prossima edizione. Vogliamo avere tutta la filiera, dalle barche piccole a quelle grandi. E nelle prossime edizioni non sarà coinvolto solo l’Arsenale ma sarà tutta la città a mettersi in moto, come ha già iniziato a fare”. “Il pubblico ci ha premiato, abbiamo superato le 27 mila presenze – dichiara Vela Spa per voce di Fabrizio D&rsquoOria, Direttore Comunicazione Eventi e Mice, che ha seguito il coordinamento dell’evento – Un dato che considero un punto di partenza importante per un Salone alla prima edizione. Venezia a dimostrato di avere molto da offrire. Grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni civili e militari, in particolare della Marina Militare per l’apertura straordinaria degli spazi dell’Arsenale, e al supporto delle varie direzioni del Comune di Venezia e delle sue società partecipate, si sono poste le basi per una infrastrutturazione dell’Arsenale con importanti interventi di manutenzione che rappresentano il punto di base delle future edizioni”. Vincente, osservano i vertici di Vela spa, si è dimostrato anche il cambio di passo rispetto alle passate manifestazioni, uscendo dalla dimensione locale, con la scelta del Gruppo Ferretti di utilizzare l&rsquoArsenale per la festa inaugurale della nave di 50 metri Riva Race e per la presentazione in prima mondiale al pubblico del motoryacht Custom Line 107. La nautica da diporto italiana è un settore industriale di grande qualità, un ambasciatore del made in Italy, che ha un valore aggiunto di 11,8 miliardi di euro, ed ha segnato una crescita dell’8,9% tra il 2015 e il 2018. Il Veneto è cresciuto intensamente in questo settore: se la Lombardia con 2,2 miliardi di euro è al primo posto, il Veneto è al secondo con 1,57 miliardi. (Fonte ANSA).

DA OGGI APERTURA DEL NUOVO DISTRIBUTORE DI BENZINA

Da oggi 05 luglio 2018 è aperto nel Porto Turistico di Chiavari il nuovo distributore di carburante.E’ posizionato in diga foranea, entrando lo troverete sulla vostra destra(lato mare), proprio di fronte alla torretta della Marina.

IN ARRIVO MEGA-YACHT IN FUGA DALLA COSTA AZZURRA VERSO I PORTI LIGURI

Si prospetta un’estate boom per le nostre coste che vedranno arrivare nelle nostre marine i mega-yacht in fuga dalla Francia.

Quest’ultima, infatti, ha sempre adottato un regime modificato recentemente dall’Unione Europea la quale ha richiesto un adeguamento alle sue normative, causandone l’innalzamento dei prezzi e rendendo quindi  economicamente svantaggioso l’approdo degli yacht che sembra stiano  già decidendo di fare rotta verso la Liguria.

Secondo il segretario generale di Nautica Italiana ci aspetta un’estate di forte incremento non solo delle presenze sulle nostre coste ma anche delle vendite nel settore nautico italiano.

DISPONIBILI TUTTI I NUOVI MODELLI GARMIN!

Ultra High-Definition: grazie alla nuova tecnologia ad altissima frequenza, il nuovo modulo ecoscandaglio esterno fornisce immagini nitide e incredibilmente dettagliate delle strutture e dei pesci sotto e ai lati dell’imbarcazioni.

 

IN VIGORE NUOVO CODICE DELLA NAUTICA DAL 13 FEBBRAIO 2018

Fonte: UCINA – Confindustria Nautica

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il Decreto Legislativo 3 novembre 2017, n. 229, di riforma del Codice della Nautica che entrerà quindi in vigore tra 15 giorni, il 13 febbraio prossimo. L’approvazione del nuovo Codice della Nautica è stata frutto del lavoro congiunto del Ministero Infrastrutture e Trasporti, in particolare della Direzione del Trasporto marittimo, delle Capitanerie di porto, del Parlamento e delle Associazioni maggiormente rappresentative del settore accreditate al MIT – Assilea, Assomarinas, Assonat-Confcommercio, Confarca e UCINA Confindustria Nautica, che hanno costituito un coordinamento permanente. Il nuovo testo aggiornato per tutte le materie e risolve le principali questioni aperte da anni e lo fa in una maniera precisa, introducendo norme che individuano i contenuti dei regolamenti attuativi, che richiederanno fin da subito molte ore di attività operativa.

I punti chiave del nuovo Codice della Nautica:

• introduce l’archivio telematico e lo sportello telematico del diportista per tutte le operazioni inerenti i documenti e la proprietà • fissa limiti temporali stringenti per il rilascio dei documenti e il nulla osta per la cancellazione dai registri • consolida il Bollino Blu, rilasciato per evitare la duplicazione dei controlli e che può essere ottenuto anche su richiesta dalle unità commerciali e sulle acque interne • tutela i natanti confermando la non iscrizione fino a 10 m e ne consente l’uso commerciale con la patente nautica • esclude l’esame per l’uso del VHF sui natanti e per tutti coloro in possesso di un certificato rtl • chiarisce alcuni aspetti del leasing e consente anche all’utilizzatore di effettuare le operazioni inerenti l’unità • sostiene lo sviluppo della cantieristica e del refitting attraverso le semplificazioni dell’uso della targa prova, l’iscrizione provvisoria delle unità, la semplificazione dei registri per le unità iscritte al registro internazionale • riconosce piena dignità alle attività commerciali • introduce nuove figure professionali, tra cui il mediatore del diporto e l’istruttore di vela • disciplina le scuole nautiche e i centri di formazione • riconosce l’assistenza all’ormeggio nei porti turistici e l’assistenza e traino in mare • applica la normativa del diporto alle unità iscritte al Registro internazionale • prevede le motorizzazioni GPL • istituisce la Giornata del Mare – l’11 aprile – nelle scuole di ogni ordine e grado.

Link alla Gazzetta Ufficiale